martedì 21 dicembre 2010

[Recensione: Amabili Resti] Un bel libro, ma un po' lento per i miei gusti.

E' la storia di una ragazza che viene violentata e uccisa.
L'inizio della storia ha un buon ritmo, che ti spinge a non fermarti per leggere cosa succede dopo. Infatti non c'è molto spazio per le presentazioni, perché è perlopiù all'inizio che si trova il perno della trama: la morte di Susie Salmon.
Dopo il ritmo rallenta e la protagonista inizia a raccontarci tutto: cosa successe subito dopo la sua scomparsa, la vita dei parenti, degli amici, dell'assassino....
Lindsey, la sorella minore di Susie, reagisce in modo diverso dai genitori - che si rabbuiano e svicolano sempre in altri argomenti quando Buckley chiede della sorella scomparsa. Lei semplicemente chiude a chiave tutta la sua tristezza, la sua fragilità e innalza uno spesso muro di indifferenza e di scontrosità.
Il fratellino si comporta in un modo simile quando viene a sapere la verità, ma durante la storia afferma di aver visto Susie, anche se nessuno gli crede.
Ci sono altri personaggio come Ray Singh, il ragazzo che Susie ama e che ricambia; Ruth una ragazza che dalla morte della compagna inizia a nutrire un'ossessione per le donne morte e per la morte in generale.
Altri personaggio sono Hal, Samuel e la madre di Ray Singh.
Per tutto il libro Jack, il padre di Susie, nutre sempre più sospetti sul vicino di casa, che reputa l'assassino. Purtroppo nessuno gli crede e deve tenere per sè i suoi dubbi.
Quando il libro sta per terminare, si capisce che ormai son passati quasi dieci anni, quando Susie trova un'occasione unica ed irripetibile.
Riesce ad entrare nel corpo di Ruth - che poco prima si era recata alla discarica con Ray -, rivelando al ragazzo la sua vera identità (momentanea), baciandolo e facendoci anche l'amore.
Quell'esperienza sarà per Ray (e per Susie) un bellissimo ricordo da conservare per sempre nel loro cuore, sia che esso batta ancora o meno.
Ha un finale molto dolce, a mio avviso.
Purtroppo il ritmo lento mi ha annoiata un po', facendomi accantonare questo libro e immergendomi in altri, ma quando mi mancavano meno di un centinaio di pagine ho sentito quella familiare sensazione che mi fa capire se un libro mi piacerà, facendomi finire il libro con gusto.
Si può quindi dire che ha un bel finale, anche se Susie (come molte altre) rimane nel suo Cielo ad osservare le persone a cui vuol bene; con qualche esperienza in più, d'accordo, ma nonostante queste esperienze erano intense sono state decisamente brevi, le rimarrà sempre la consapevolezza che non potrà più ripeterle e viverne di nuove.
Si può dire che Susie "si è fatta bastare" quelle poche esperienze godendosele il più possibile.
Questa è stata la parte più bella (a mio avviso) del libro.

4 commenti:

  1. Amabili resti è nella mia libreria da mesi e aveov intenzione di leggerlo in queste vacanze...la trama già la conoscevo un pò...la tua recensione mi ha incuriosito...vedremo come sarà e ti farò sapere...ciaoo! ^^

    RispondiElimina
  2. Grazie Strawberry!! ^_^
    Buone feste intanto e buone letture!!! :D

    RispondiElimina
  3. Ho ifnito di leggerlo la settimana scorsa...devo dire che mi è piaciuto...il finale è una catarsi per tutti i personaggi, un momento in cui tutti trovano la loro pace interiore e riescono ad andare oltre la tragedia, Susie compresa...anche io ho notato il ritmo lento della narrazione ma l'ho trovato adattoad una storia del genere, anche se sono d'accordo con te, in certi punti poteva essere più veloce...io invece sono stata un pò infastidità da questa spiritualità dilagante...mi sembrava di essere in una puntata di Ghost Whispers, non so se l'hai mai visto..a me queste cose un pò inquietano...ma non lo dire a nessuno che a 25 anni ho ancora paura dei fantasmi!!! ahahahah!!

    A presto cara!! Ciaoo!^^

    RispondiElimina
  4. Ho letto questo libro un estate fa e devo dire che non è stato per niente male,certo in alcuni punti un po' lento,però la storia mi ha saputo affascinare in maniera spaventosa sopratutto nel finale.Ad ogni modo io nel 2009 per trovarlo ho dovuto aspettare un mese,credo che oggi giorno ormai un libro diviene famoso solo se poi viene portato al cinema o in tv,il che è alquanto triste :(

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...